I primi 1001 giorni critici (Demo)

I primi 1001 giorni critici

Investire nello sviluppo precoce del bambino costituisce uno dei migliori investimenti che un paese può fare per sviluppare la sua economia, promuovere società pacifiche e sostenibili, eliminare la povertà estrema e ridurre le diseguaglianze.

I primi 1001 giorni sono fondamentali per dare a genitori e bambini il miglior inizio di vita. Durante questo periodo possiamo aiutare a sostenere genitori e bambini con l’educazione sulla salute mentale infantile e materna, l’importanza del rilassamento e la creazione di relazioni strette. I corsi di questo diploma sono progettati per aiutarti a fornire continuità di cure educative durante i primi 1001 giorni.
Gayle Berry

Il nostro corso sulla Baby Confidence si concentra sull’importanza del tempo che va dal concepimento ai primi 2 anni.  I genitori hanno a cuore il meglio per i propri figli e desiderano che nascano e vivano in salute, ma probabilmente non tutti sono pienamente consapevoli che per favorire la salute dei loro bambini dalla nascita all’età adulta possono fare moltissimo, insieme agli operatori sanitari e alle istituzioni, soprattutto nei “primi 1000 giorni di vita”.

Infatti nel periodo compreso tra il concepimento e i due anni di età, si pongono le basi per un adeguato sviluppo fisico e psichico del bambino.

Gli interventi di prevenzione, di protezione o di cura realizzati con tempestività in questa primissima fase della vita portano a risultati di salute positivi a breve, medio e lungo termine, non solo per il bambino e l’adulto che sarà, ma anche per i genitori, la comunità e le generazioni future:

Inoltre, lo sviluppo delle competenze cognitive e socio-relazionali del bambino dipende molto dalla qualità della relazione con i genitori e con l’ambiente che lo circonda.

L’impegno, anche delle istituzioni, per promuovere l’importanza dei primi 1000 giorni di vita, rappresenta quindi una priorità di salute pubblica, anche in considerazione dei possibili esiti a medio e lungo termine.

In tal senso è stato predisposto per iniziativa del Ministero della Salute un documento tecnico con l’obiettivo di mettere a fuoco le principali azioni preventive, di provata efficacia, che possono essere adottate dai genitori e dai caregiver, con l’aiuto degli operatori sanitari, nonché recepite nelle politiche nazionali e locali, utili a ridurre i fattori di rischio e a rafforzare i fattori di protezione in questa delicata fase della vita.

Il Manifesto – Documento tecnico

“Investire precocemente in salute: azioni e strategie nei primi mille giorni di vita”

Documento predisposto dal Tavolo tecnico in materia di tutela e promozione della salute nei primi 1000 giorni di vita: dal concepimento ai due anni di età, istituito presso la Direzione generale della prevenzione sanitaria
con DD 26 luglio 2016 e prorogato con DD 20 luglio 2017 .

Per approfondire consulta il documento “Investire precocemente in salute: azioni e strategie nei primi mille giorni di vita

Il documento è in linea, oltre che con la Dichiarazione di Minsk (Ufficio Regionale dell’OMS per l’Europa, 2015) e con gli Obiettivi per uno sviluppo sostenibile (Nazioni Unite, 2015), con il recentissimo documento “Nurturing Care for Early childhood development: a global framework for action”, prodotto dall’OMS, dall’UNICEF e dalla Banca Mondiale coadiuvati da un gruppo multidisciplinare di esperti nel maggio 2018.

Le raccomandazioni dell’OMS e del Ministero della Salute

Nei suoi documenti, l’Organizzazione Mondiale della Sanità fa frequentemente riferimento alla teoria dei mille giorni, promuovendo la diffusione su scala globale delle buone pratiche per favorire l’acquisizione e il mantenimento di un buono stato di salute; pratiche ancora oggi inaccessibili, purtroppo, in molte aree del mondo, determinando una condizione di profonda ingiustizia sociale.

Nel 2015 la cosiddetta Dichiarazione di Minsk  aveva già sottolineato che «il percorso della vita umana è influenzato da eredità genetiche, epigenetiche e intrauterine, dall’esposizione ambientale, dalla famiglia accudente e dalle relazioni sociali, da scelte comportamentali, norme sociali e opportunità che vengono portate nelle generazioni future e da contesti storici, culturali e strutturali» e ricordato la necessità di «agire precocemente».

Il Ministero della Salute, recependo le raccomandazioni dell’OMS, ha individuato le aree su cui intervenire e i relativi periodi di riferimento (da quello preconcezionale al secondo anno di vita).

Tutti i punti presenti in questo manifesto e nel nurturing framework sono punti chiavi che condividiamo sempre nei nostri corsi.

Ti invitiamo di condividerli durante le tue lezioni.

Questo è un video utile che delinea l’importanza dei primi 1001 giorni

I bisogni dei bambini

Sappiamo che per la salute e il benessere dobbiamo soddisfare determinati bisogni. La gerarchia dei bisogni di Maslow è una teoria in psicologia proposta da Abraham Maslow nel suo articolo del 1943 “A Theory of Human Motivation” in Psychological Review. Ha mostrato come i bisogni umani a livello di base devono essere soddisfatti per poter raggiungere il nostro pieno potenziale. Il suo diagramma piramidale è molto conosciuto in tutto il mondo ed è utilizzato in tutti i tipi di formazione, dall’istruzione all’insegnamento, all’assistenza sociale e alla psicologia

Ho creato quella che ritengo essere una gerarchia dei bisogni dei bambini per evidenziare che non hanno solo bisogno che i loro bisogni fisici primari siano soddisfatti.

Hanno anche bisogni emotivi che sono alla base della loro salute mentale e fisica.

Storicamente, i bisogni emotivi dei bambini sono stati ignorati rispetto ai loro bisogni fisici, ma ora sappiamo che i due sono collegati e importanti quanto l’altro.

Puoi scaricare la gerarchia dei bisogni dei bambini qui:

Manifesto Blossom & Berry

Anche noi di Blossom & Berry abbiamo ideato un nostro Nurturing Care Manifesto, il quale definisce ciò in cui crediamo come ente di formazione e organizzazione. Promuoviamo questi principi in tutte le nostre classi. Potresti stamparlo e condividerlo con i genitori/tutori o crearne uno tuo se vuoi.

Potete scaricarlo qui.